Vocazione al Carmelo

La preghiera non può essere vissuta da solo come una pratica, ma come una chiamata dinamica per riempire di significato tutta la vita. F. Javier Sancho Fermin

LA VOCAZIONE CARMELITANA

Noi tutte che portiamo questo santo abito del Carmelo

siamo chiamate all’orazione e alla contemplazione perché in ciò è la nostra origine

Santa Madre Teresa di Gesù

La vocazione carmelitana è completamente centrata

sulla relazione con Cristo sommamente amato:

essa si inserisce in una tradizione viva

che risale a quegli antichi padri che nella solitudine del Monte Carmelo

vivevano presso la Fonte di Elia

nella ricerca e nella sequela di Gesù Cristo.
 

Con Santa Teresa di Gesù 

questa vita contemplativa assume una forte motivazione apostolica:

 

E se le vostre orazioni, le vostre brame,

le vostre mortificazioni e i vostri digiuni

non si impiegassero per la Chiesa,

abbiate per certo che non adempite

il fine

per cui il Signore vi ha qui raccolte 

(cfr Cammino di Perfezione 3,10)

 

Questa ansia apostolica è il denominatore comune di ogni vocazione al Carmelo:

ma poi ogni carmelitano la vive secondo il dono ricevuto dallo Spirito Santo.

 

Qualche esempio

 

Santa Teresa di Gesù Bambino (1873 – 1897)

 
 

Compresi che l’amore solo fa agire le membra della Chiesa;

che, se l’amore si spegnesse,

gli apostoli non annuncerebbero più il Vangelo, i martiri rifiuterebbero di versare il loro sangue …

Capii che l’amore racchiude tutte le vocazioni, che l’amore è tutto, che abbraccia tutti i tempi e tutti i luoghi,

in una parola che è eterno.

Allora, colma di gioia, esclamai: Gesù, Amore mio, la mia vocazione l’ho trovata finalmente …

la mia vocazione è l’amore.

Sì, ho trovato il mio posto nella Chiesa: e questo posto. Dio mio, io lo hai dato tu:

Nel cuore della Chiesa, mia Madre, io sarò l’amore. Così sarò tutto e il mio sogno sarà attuato.

(cfr. Manoscritti autobiografici)

 
 

Santa Elisabetta della Trinità (1880 – 1906)

 
 

Dio si china su di noi con tutta la sua carità

 di giorno e di notte per comunicare,

infonderci la sua vita divina

allo scopo di trasformare noi in creatura deificate 

che lo riflettano dovunque.

Quale potenza esercita sulle anime l’apostolo 

che resta sempre unito alla sorgente delle acque vive!

Allora la sua anima può traboccare 

e versare tutto intorno alla vita senza vuotarsi mai

perché comunica con l’infinito …

dal fondo dalla mia solitudine del Carmelo voglio essere apostolo,

voglio lavorare per la gloria di Dio

e per questo richiede che sia tutta piena di lui. 

Allora sarò onnipotente:

uno sguardo un desiderio diventa una preghiera irresistibile

che può ottenere tutto,

perché in certo modo è Dio stesso che offerto a Dio.

Apostolo e Carmelitana, sono la stessa cosa . (cfr. Lettere)

 
 

Santa Teresa de Los Andes (1900 – 1920)

 
 
 

Il fine della Carmelitana mi esalta: pregare per i peccatori…

unirsi a Dio affinché così circoli in lei il Sangue redentore

e lo comunichi alla Chiesa… il suo motto mi entusiasma:

soffrire e amare, e tutto nel silenzio.

Questa completa abnegazione mi incanta. Non c’è spazio per l’amor proprio.

La Carmelitana nulla può possedere e ciò fa sì che la sua capacità di possedere

sia riempita da Dio solo.

La Carmelitana deve possedere Dio solo. (cfr. Lettere)

.

Santa Teresa Benedetta della Croce (1891- 1942)

 
 

Il dono totale di tutto il proprio essere e di tutta la propria vita

è la volontà di vivere con Cristo:
questo è anche soffrire e morire con Lui

di quella morte dalla quale scaturisce la vita di grazia per l’umanità. 

Così la vita della sposa

si trasforma

in maternità spirituale e soprannaturale
per tutta l’umanità rossa.
 

(dagli Scritti)

 
 
 

Tutte queste disposizioni interiori si possono riassumere
nel Cantico Spirituale di San Giovanni della Croce,
di cui riportiamo una strofa:

L’anima mia si è dati

tutti i miei beni sono al suo servizio

non pascolo più il gregge,

non ho più altra cura

chè solo nell’amare è il mio esercizio.


Ed ora assegnato allo Spirito Santo …

… perché egli intercede per i credenti secondo i disegni di Dio

Veni Creator Spiritus

 

Vieni, o Spirito creatore,

visita le nostre menti,

riempi della tua grazia

i cuori che hai creato.

 

O dolce consolatore,

dono dell’altissimo Padre,

acqua viva, fuoco, amore,

santo crisma dell’anima.

 

Dito della mano di Dio,

promesso dal Salvatore,

irradia i tuoi sette doni,

suscita in noi la parola.

 

Sii luce all’intelletto,

fiamma ardente nel cuore;

sana le nostre ferite

col balsamo del tuo amore.

 

Difendici dal nemico,

reca in dono la pace,

la tua guida invincibile

ci preservi dal maschio.

 

Luce d’eterna sapienza,

svelaci il grande mistero

di Dio Padre e del Figlio

uniti in un solo Amore.

 

Sia gloria a Dio Padre,

al Figlio, che è risorto dai morti

e allo Spirito Santo

per tutti i secoli dei secoli.

Amen.

 

Veni Sancte Spiritus

 

Vieni, Santo Spirito,

mandaci dal cielo

un raggio della tua luce.

 

Vieni, padre dei poveri,

vieni, datore dei doni,

vieni, luce dei cuori.

 

Consolatore perfetto,

ospite dolce dell’anima,

soave refrigerio.

 

Nella fatica, riposo,

nella calura, riparo,

nel pianto, conforto.

 

O luce beatissima,

invadi nel profondo

il cuore dei tuoi fedeli.

 

Senza il tuo soccorso,

nulla è nell’uomo,

nulla senza colpa.

 

Lava ciò che è sordido,

bagna ciò che è arido,

sana ciò che sanguina.

 

Piega ciò che è rigido,

scalda ciò che è gelido,

raddrizza ciò ch’è sviato.

 

Dona ai tuoi fedeli

che solo in te confidano

i tuoi santi doni.

 

Dona virtù e premio,

dona morte santa,

dona gioia eterna.

Amen.

 

 

Invocazione di Santa Teresa Benedetta della Croce

 

Chi sei, dolce luce che m’inondi e rischiari la notte del mio cuore?
Tu mi guidi qual mano di una mamma;
ma se mi lasci non più di un passo solo avanzerei.
Tu sei spazio
che l’esser mio circonda
e in cui si trova.
Se m’abbandoni cado nell’abisso
del nulla, ovunque tu sia i chiamanti.
Tu a me vicino più di me stessa,
più intimo dell’intimo mio.
Eppur nessun ti tocca
o ti comprende
e d’ogni nome infrangi le catene:
Spirito Santo – Eterno Amore!

Vuoi approfondire con noi questi argomenti?

Puoi contattarci …

@

 oppure chiamaci al numero 0521.960468