Video per Riflettere

Non avere paura della santità. Non ti toglierà forze, vita e gioia. Tutto il contrario, perché arriverai ad essere quello che il Padre ha pensato quando ti ha creato e sarai fedele al tuo stesso essere. Dipendere da Lui ci libera dalle schiavitù e ci porta a riconoscere la nostra dignità. Ogni cristiano, nella misura in cui si santifica, diventa più fecondo per il mondo. Non avere paura di puntare più in alto, di lasciarti amare e liberare da Dio. Non avere paura di lasciarti guidare dallo Spirito Santo. La santità non ti rende meno umano, perché è l’incontro della tua debolezza con la forza della grazia. In fondo, come diceva León Bloy, nella vita «non c’è che una tristezza, […] quella di non essere santi»”.

 (FRANCESCO, Esortazione apostolica “Gaudete et exsultate”)

Per questo papa Francesco ha deciso di regalarci l’Esortazione “Gaudete et exsultate”: ha voluto mostrare l’attualità perenne della santità cristiana, presentandone il contenuto, così come è narrato dalla Scrittura in modo da poterla proporre a tutti come meta desiderabile del proprio cammino umano. Papa Francesco sintetizza così: la santità è la “vita, la felicità per la quale siamo stati creati” (GE 1). Il contrario della santità non è soltanto una vita nel peccato, ma è prima di tutto “accontentarsi di un’esistenza mediocre, annacquata e inconsistente” (GE 1). Essere cristiani significa ricevere da Dio il dono di una vita bella, ricca di senso, piena di gusto, mettersi in un cammino che renda “più vivi e più umani” (GE32). La finalità dell’Esortazione non è di offrire “un trattato sulla santità, con tante definizioni e distinzioni”, “il mio umile obiettivo – scrive Papa Francesco – è far risuonare ancora una volta la chiamata alla santità, cercando di incarnarla nel contesto attuale, con i suoi rischi, le sue sfide e le sue opportunità” (GE 2).

(Angelo De Donatis e Marco Frisina “La santità è il volto più bello della Chiesa. Un itinerario alla luce della ‘Gaudete et exsultate’”)

Ci sono persone che con l’esempio e la testimonianza della propria vita ci possono di aiutare ad attraversare i momenti del buio, della sofferenza, della solitudine, del peccato…